FONTANA DELLA NINFA AURISINA

GRUPPO SCULTOREO IN MARMO DI CARRARA, OPERA DI PIETRO MAGNI 1863

Museo civico Revoltella via Diaz, 27 - Trieste

Museo Revoltella

Presentazione

La fontana in oggetto denominata Ninfa Aurisina, opera dello scultore Pietro Magni, fu commissionata dal Barone Revoltella, in occasione dell’apertura del secondo acquedotto della città di Trieste, e collocata all’interno del Palazzo Baronale nel 1858.

Posta al piano terra dell’edificio, oggi museo Revoltella, in prossimità dello scalone è composta da diverse figure in marmo di Carrara, quali la città di Trieste, la ninfa Aurisina accompagnata da un piccolo genio, e due putti rappresentanti il popolo e l’attività marittima

Visione di alcuni particolari prima del restauro

Evidenti alterazioni cromatiche e materiche interessavano soprattutto la zona inferiore, in corrispondenza dello scorrimento dell’acqua. Lo spesso strato calcareo formatosi nel corso degli anni, di colore bruno/arancione deturpava la visione dell’opera compromettendo la visione estetica dell’insieme.

Visione dei medesimi particolari dopo il restauro

La rimozione dello strato consistente e tenace di calcare, presente all’interno della conchiglia e nella zona inferiore del gruppo scultoreo è stata praticata attraverso una prima fase di ammorbidimento della patina con impacchi di soluzione basica e polpa di cellulosa,

Interventi di restauro

Durante le prime fasi dell’intervento di restauro si è constato che l’opera si presentava in buono stato di conservazione, ma evidenti alterazioni cromatiche e materiche interessavano soprattutto la zona inferiore, in corrispondenza dello scorrimento dell’acqua. Lo spesso strato calcareo formatosi nel corso degli anni, di colore bruno/arancione deturpava la visione dell’opera compromettendo la visione estetica dell’insieme. Tutta la superficie marmorea era offuscata da un rilevante deposito di sporco incoerente depositatosi in prevalenza sulle zone aggettanti del modellato.

Approfondimenti sul restauro 

Intervento di pulitura delle superfici:

L’intervento ha visto in prevalenza la pulitura delle superfici attraverso l’applicazione di impacchi a base di soluzioni basiche applicati con diversi supportanti a seconda della tipologia dello strato da rimuovere e una pulitura meccanica puntuale eseguita con micro sabbiatrice di precisione al fine di determinare la rimozione totale dello strato di calcare presente.
La fase finale ha visto l’applicazione su tutta la superficie di una cera microcristallina applicata manualmente.

Alcune fasi degli interventi eseguiti a mano


Altri restauri d'arte

PALAZZO VIANELLO – Trieste – Architetto Berlan & figlio
SCULTURA IN GESSO SMALTATO – Committente privato
ASSICURAZIONI GENERALI S.P.A – GRUPPO SCULTOREO OPERA DI IVAN RENDIĆ
ABITAZIONE PRIVATA – Committente privato
STABILE CON RICCA DECORAZIONE AD AFFRESCO – Angolo fra via Pietà e via Gatteri – Trieste
STABILE DECORATO – Piazza Carlo Alberto – Trieste

contatti

Sede: via della Cereria, 6/a - 34124 Trieste